ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

30 giugno 2016

Torta allo yogurt con albicocche (senza forno)


Una torta fredda. Fredda perché non si cuoce nel forno ma si prepara "a freddo" e fredda perché fredda di frigo si gusta. Una bontà sana e golosa che non prevede aggiunta di farina, burro, olio o uova nella crema. Una crema a base di yogurt che la rende più leggera rispetto ai classici dolci freddi e che si prepara velocemente ed una gelé di frutta altrettanto veloce. 

Anche lei potremmo chiamarla Cheesecake ma per me tale è solo quella che prevede la cottura in forno. E visto che il caldo è finalmente arrivato abbandoniamo tutti volentieri le cotture lunghe e i calori del forno per preparazioni più veloci e, appunto, fresche. Se poi prevedono l'utilizzo di frutta di stagione meglio ancora! E così, dopo la bavarese, riecco le albicocche protagoniste e un dolce che sa d'estate solo a vederlo.

La ricetta è una mia libera interpretazione di questa versione, che ho leggermente modificato. 
Oggi festeggio così il mio personale record di visite mensili e saluto giugno, un mese sorprendente sotto tanti punti di vista per me. Augurandomi di crescere sempre di più insieme, un grazie enorme a voi che mi seguite con affetto e mi date la spinta a proseguire al meglio! 




(Per una teglia a cerniera da 20 cm di diametro)
Imburrare leggermente la teglia, ritagliare un foglio di carta forno e incastrarla tra base e bordi. Rivestire anche questi ultimi con una striscia di carta forno facendola aderire per bene.

Per la base biscotto
200 g di biscotti digestive (o i biscotti secchi che preferite)
80 g di burro fuso

Tritare i biscotti in un mixer fino ad avere una sorta di farina. Unire il burro fuso, mescolare fino ad avere un composto somigliante a sabbia bagnata. Versarlo nella teglia e premere per formare la base compattandolo con le mani o aiutandosi con un batticarne. Conservare in frigo mentre si prepara la crema.

Per la crema di yogurt e albicocche
500 g di yogurt bianco cremoso
170 g di albicocche (al netto scarti)
il succo di mezzo limone
100 g di zucchero a velo
200 g di panna fresca
15 g di gelatina in fogli

Mettere i fogli di gelatina a bagno con poca acqua fredda per circa 10 minuti.
Nel frattempo pulire le albicocche privandole del nocciolo e tritarle in un mixer con il succo di limone e lo zucchero a velo fino ad avere una crema. Prelevarne quindi due tre cucchiai e scaldarli in un pentolino a bagno maria* con la gelatina che avrete scolato e strizzato. Mescolare fino a far sciogliere completamente la gelatina. Unire al resto delle albicocche tritate mescolando per amalgamare.
Montare la panna a neve non troppo ferma.
In una ciotola versate lo yogurt e la crema di albicocche appena ottenuta, mescolate e quindi unite la panna montata con movimenti lenti dal basso verso l'alto cercando di smontarla il meno possibile.
Una volta ottenuto un composto omogeneo, versarlo sulla base di biscotto, livellandola con il dorso di un cucchiaio.
Conservare in frigo per circa 3-4 ore** o comunque fino a quando la crema di yogurt non si sarà rappresa.


Per la gelé di albicocca
230 g di albicocche (al netto scarti)
un cucchiaino di succo di limone appena spremuto
20 g di zucchero semolato***
5 g di gelatina in fogli
qualche albicocca per decorazione

Mettere in ammollo la gelatina in acqua fredda per circa 10 minuti.
Tritare a crema le albicocche con il succo di limone.
Prelevare 2/3 cucchiai del composto ottenuto e mettere in un pentolino a bagnomaria con lo zucchero e con la gelatina scolata e ben strizzata. Scaldare mescolando fino a completo scioglimento dello zucchero e della gelatina. Unire al resto della polpa di albicocche amalgamando con cura. Portare a temperatura ambiente.

Versare la gelé sulla crema allo yogurt avendo cura di ricoprire l'intera superficie in modo uniforme (aiutatevi con una spatola o con il dorso di un cucchiaio). Conservare in frigo per almeno 2-3 ore prima di servire, decorandola con fettine di albicocca fresche.


NOTE
* la gelatina perde il suo potere addensante sopra i 60º per questo consiglio il bagnomaria che fornirà il calore necessario a scioglierla molto prima che il liquido arrivi a bollore.
** se ne avete modo, consiglio di preparare la torta il giorno prima di servirla, in questo modo sarete sicuri che la crema si sarà addensata e i sapori si saranno amalgamati alla perfezione.
*** la quantità di zucchero dipende dai vostri gusti e dalla dolcezza delle vostre albicocche. Per me così era perfetto.