ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

29 luglio 2016

Halvas, dolce greco di semolino (senza forno)

(Versione con cocco e amarene)


Alcune ricette greche mi affascinano e attirano, è un dato di fatto ormai. Magari in un'altra vita ho vissuto da quelle parti, chi lo sa. 
Questo dolce, ad esempio. Quando l'ho visto ne sono stata immediatamente stregata. Con il semolino che io e il mio compagno amiamo molto. Con il cocco, idem come sopra. Pochi passaggi, pochi altri ingredienti necessari per ottenere questa specie di budino dalla consistenza unica. Molto originale sebbene facilissimo da realizzare. Veloce e senza l'uso del forno. Che persino io a volte apprezzo di tenerlo spento.

Facendo una piccola ricerca in rete di ricette di Halvas mi sono resa conto di cosa intendesse l'autrice scrivendo di aver stravolto la ricetta originale. Molte sono infatti le differenze negli ingredienti e nel procedimento rispetto alla tradizione. Le più evidenti: l'acqua qui viene sostituita dal latte e la frutta secca appunto dal cocco. 
Nonostante possa sembrare un altro dolce io sono stata colpita da questa versione e quindi per me, per ora almeno, questo è l'halvas greco! Non me ne vogliano i cultori della tradizione. Ho anche fatto una variante alla variante sostituendo la salsa di mirtilli con le amarene e il loro sciroppo, rendendo così la ricetta ancora più veloce. Nulla vieta di sperimentare nuovi abbinamenti! 

La ricetta è tratta da questo blog  (che ringrazio davvero molto!), dedicato alla cucina greca da cui avevo attinto anche questa ricetta della Bougatsa.


INGREDIENTI 
(Per uno stampo da budino da circa 1 litro)

120 g di semolino
500 ml di latte (io senza lattosio)
100 g di zucchero
1 pizzico di sale
20 g di burro
la scorza grattugiata di mezzo limone
30 g di farina di cocco

Accompagnare con sciroppo di amarene o salsa di mirtilli (qui trovate come prepararla) o altra a vostro gusto.

PROCEDIMENTO 

- Prima di tutto imburrate lo stampo (vedi nota sotto).
- In un pentolino inserite il latte, il sale e lo zucchero, mettete sul fuoco e mescolate fino a far sciogliere lo zucchero. Portate quindi a bollore.
- A questo punto inserite il semolino a pioggia (io l'ho fatto cadere poco a poco dal setaccio) mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Aggiungete anche il burro e la scorza di limone sempre continuando a mescolare fino a quando non avrete la consistenza di una polenta morbida. 
- Togliere dal fuoco e aggiungere la farina di cocco amalgamandola bene al composto.
- Versare nello stampo, livellare.

- Far raffreddare completamente a temperatura ambiente e, mia opinione, almeno un'oretta in frigo prima di sformare, capovolgendo lo stampo su un piatto da portata dopo aver prima passato una lama nel bordo per facilitare il distacco.
- Servire a fette accompagnandole con lo sciroppo o la salsa scelta.







NOTE
- Io ho utilizzato uno stampo della capienza indicata ma sarebbe sufficiente uno anche più piccolo in realtà perché il composto non lo ha riempito del tutto. Uno stampo da budino classico andrà comunque bene secondo me.
La salsa o lo sciroppo di accompagnamento secondo me sono indispensabili per una resa ottimale.