ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

10 aprile 2016

Spirale ripiena (o Burek) di mele

Il Burek (o Börek) è un piatto tipico della gastronomia turca e si è molto diffuso anche nei paesi balcanici a seguito dell'espansione ottomana. Le sue origini infatti risalgono al periodo antecedente le migrazioni turche verso ovest e l'Anatolia. 
Come tutte le preparazioni antiche ha quindi subito modifiche e adattamenti ai tempi e alle culture che l'hanno adottata.
In linea molto generale è un piatto a base di pasta sfogliata (pasta fillo) molto sottile che viene riempita con carne, verdure o, in versione dolce, può essere anche spennellata solo con burro e zucchero. 
Anche le forme variano molto a seconda che si arrotoli la pasta in singole porzioni o in una torta unica, a fagottini, triangolini o a spirale. A mio avviso quest'ultima forma rende questo dolce decisamente più affasciante nella sua rustica semplicità.


Complici delle mele decisamente in eccesso, un rotolo di pasta fillo in frigo e la voglia di un dolcino che prevedesse entrambi, è quindi nato il mio primo Burek a spirale.
Il ripieno, in questa mia versione, è molto simile a quello di uno strudel, molto basic: solo mele, zucchero, uvetta e biscotti sbriciolati. Semplicemente buono.


INGREDIENTI  (per una teglia del diametro di 24 cm)
250 g di pasta fillo (10 fogli)
1 kg di mele
succo di un limone
80 g di burro fuso
30 g di uvetta
100 g di biscotti secchi (io digestive)
Qualche cucchiaio di zucchero per il ripieno + 2 per la copertura

PROCEDIMENTO 
1- Fate rinvenire l'uvetta in acqua tiepida per circa un'ora. Colate l'acqua e mettetela ad asciugare ben stesa su uno strofinaccio pulito. 
2- Frullate le mele o grattugiatele in modo da ottenere pezzettini molto piccoli. Mettere in una ciotola e innaffiatele col succo di un limone. 
3- Tritate grossolanamente i biscotti (io li ho infilati in un sacchetto per alimenti e li ho schiacciati con un mattarello) e uniteli alle mele. Unite anche l'uvetta.
4- Unite lo zucchero, regolandovi sul vostro gusto. Mescolate bene in modo da distribuire in modo uniforme tutti gli ingredienti.
5- Preparate la teglia, imburrandola. Accendete il forno a 180º.
6- Prendete 1 foglio di pasta fillo e stendetelo in una teglia spennellata di burro fuso. Spennellate anche tutta la superficie della pasta con il burro fuso. Fate lo stesso con un altro foglio di pasta fillo sovrapponendolo al precedente.
7- Prelevate ora due o tre cucchiai di ripieno distribuendola alla base del rettangolo di pasta (a pochi cm di distanza da base e bordi). Arrotolate delicatamente fino a formare un cilindro lungo e stretto.
8- Posate quindi il salamotto ottenuto lungo i bordi della teglia.
9- Ripetete le operazioni 6-7-8 fino a riempire l'intera teglia, unendo le diverse parti a formare una spirale che termini al centro. Spennellare con il burro fuso rimasto e cospargere di zucchero semolato.
10- Fate cuocere in forno ormai caldo per 20-25 minuti o comunque fino a quando la pasta non è ben dorata.
11- Sfornate e lasciate intiepidire prima di tagliare e servire.


A parte le mille imperfezioni della mia spirale (ma di dolce rustico trattasi quindi non ci fate caso vero?) sono soddisfatta di questo primo esperimento e sicuramente presto proverò anche una versione salata. Ho già in mente qualche sfizioso ripieno... E voi non ne siete incuriositi? 

NOTE
- Il dolce è più buono ancora tiepido, servito magari con una pallina di gelato.
- Sconsiglio di togliere dalla teglia perché si sfalderebbe. Quindi utilizzate una teglia che possiate portare in tavola, non come me! :D. 
Un'alternativa potrebbe essere utilizzare una teglia a cerniera, rivestita però molto bene all'esterno con alluminio perché durante la cottura c'è il rischio che il ripieno perda liquidi.