ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

16 aprile 2016

Pull apart bread (pane smontabile) con pesto di spinaci e feta


Quando ho scoperto questo pane sono stata subito colpita sia dal nome curioso che dall'aspetto insolito. Mi sono quindi documentata e ho scoperto che la sua forma e il suo nome sono un invito alla convivialitá in quanto per mangiarlo è sufficiente "smontarlo", fettina dopo fettina, con le mani! Altra caratteristica che ha attirato non poco la mia attenzione. Non mi rimaneva che provarlo. 

Sono partita da questa ricetta interpretata dal blog Via delle Spezie e ho poi modificato le farine e il ripieno. Ho utilizzato infatti farina integrale e un ripieno un po' più ricco, sebbene leggero, costituito da un pesto di spinaci e da cubetti di feta, abbinamento classico e primaverile che rende questo pane ancora più goloso senza aumentare troppo le calorie. 



È divertente e anche semplice da preparare sia pur con la tempistica tipica di un lievitato. Basta un minimo di organizzazione e in men che non si dica avrete creato il vostro pane "smontabile"! Potete preparare ad esempio l'impasto la sera prima, farlo lievitare in frigo tutta la notte, e proseguire poi con le altre fasi il giorno dopo con tutta calma,  per metterlo in tavola a pranzo!

Lo vedo molto bene in una tavolata tra amici, per un aperitivo in piedi o come parte di un buffet salato o anche per un intermezzo sfizioso al volo tra un pasto e l'altro. In casa, in ufficio o dove volete!  
Il ripieno è personalizzabile e l'impasto si presta molto bene anche alla versione dolce, con minime modifiche. Ma questa è un'altra storia. ;)


INGREDIENTI 
(Per uno stampo da plumcake 11x25 cm circa)

Per il pane:
260 g di farina 00 + 115 g di farina integrale (Nella ricetta d'origine 375 g di farina 0)
250 ml di latte a temperatura ambiente (più qualche cucchiaio se l'impasto risulta troppo asciutto)
Un pizzico di zucchero
Un cucchiaino di miele (o malto)
3 g di lievito di birra disidratato 
7 g di sale
25 g di burro morbido

Per il condimento:
Burro fuso, q.b. per spennellare la superficie (circa 20 g)
Pesto di spinaci (circa 150 g di spinaci, 2 cucchiai di olio e.v.o., 2 cucchiai di grana grattugiato, sale, pepe)
Feta 100 g


PROCEDIMENTO 

- Prima di tutto prepariamo l'impasto. 
Mescoliamo il latte tiepido con il lievito, lo zucchero e il miele. Mettiamo da parte qualche minuto. 
Vi riporto il procedimento con la planetaria così come l'ho trovato ma io, per impasto e prima lievitazione, ho usato la macchina del pane (sotto vi racconto come ho fatto).

Con la planetaria (o l'impastatrice): Inserire le farine e, dopo aver avviato il gancio a foglia, aggiungere il latte a filo. (Potrebbe servire qualche cucchiaio di latte in più o in meno a seconda della farina utilizzata). Aggiungere il sale solo quando inizia a formarsi un impasto omogeneo. Continuare ad impastare. Quando si sta incordando unire anche il burro. Sostituire ora la foglia con l'uncino e continuare ad impastare fin quando l'impasto non si attacca più alle pareti della ciotola ed è liscio ed elastico. Lavorare quindi brevemente a mano l'impasto fino a formare la tipica palla, coprire con pellicola trasparente e mettere a lievitare fino al raddoppio (da una a due ore, a seconda della temperatura)

Con la macchina del pane: Inserire nella vaschetta prima il latte preparato precedentemente poi le farine. Praticare una fossetta nella farina e inserire il sale. Avviare il programma per impasto salati (impasto e prima lievitazione). Nei primi minuti seguire l'andamento dell'impasto. Se ci si accorge che i liquidi non sono sufficienti aggiungere un cucchiaio di latte tiepido per volta fino a quando la farina è tutta assorbita. A questo punto unire anche il burro morbido e lasciare lavorare. Lasciar anche lievitare nella vaschetta secondo programma (nel mio 1 ora).

- Nel frattempo preparare il pesto di spinaci. Lessare gli spinaci in acqua bollente salata fino ad ammorbidirli. Ripassarli in padella con un goccio d'olio, sale e pepe a piacere. Dovranno essere piuttosto asciutti. Dopodiché in un mixer unite spinaci, olio e formaggio grattugiato, fate andare le lame fino ad ottenere una specie di pesto appunto.


- Imburrare e infarinare lo stampo da plumcake. 

- Tagliare la feta a piccoli cubetti.

- Prendere l'impasto ormai lievitato e stenderlo col mattarello fino ad ottenere un rettangolo di circa 30x40 cm. Spennellare la superficie con del burro fuso. 


Spalmare in modo uniforme il pesto di spinaci.


- Cospargere con la feta.
- Tagliare quindi la pasta con una rotella in 6 strisce della stessa larghezza. Tagliare anche perpendicolarmente altre 5-6 strisce, dividendo quindi l'intero impasto in quadrotti (*vedi nota).
Partire da una striscia, sovrapporre al primo quadrotto gli altri che compongono la striscia sempre con la parte condita verso l'alto e proseguire fino in fondo. L'ultimo della striscia io l'ho rovesciato con la parte condita in basso, x facilitarmi lo spostamento nello stampo. 


- Spostare a mano a mano i cubi ottenuti nello stampo.


- Riempire tutta la teglia.


- Lasciar lievitare fino al raddoppio (io circa un'ora)


- Preriscaldare il forno a 180º e infornare per circa 35-40 minuti, verificando che non si colori troppo anzitempo in superficie (in caso coprire con un foglio di alluminio e proseguire la cottura).
- Far intiepidire prima di sformare. 
- Mangiare preferibilmente ancora tiepido, "smontando" con le mani le fettine... E buon appetito!! 


NOTA
- Il procedimento più corretto prevede di dividere l'impasto, una volta steso, in strisce. Sovrapporre le 6 strisce esattamente una sull'altra e solo dopo praticare i tagli (5 o 6 a seconda di quanto avete tirato il vostro impasto) perpendicolari per ricavare i cubotti. Io qui in realtà mi sono sbagliata, ma il risultato finale è stato lo stesso e, devo dire, senza difficoltà. A dimostrazione del fatto che non esiste mai un solo modo di raggiungere un dato risultato. ;)