ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

1 aprile 2016

Torta al cioccolato e amarene (con soli albumi)


Non ho uova di cioccolato da smaltire. A dire il vero non le ho mai avute. 
Quando ancora me le regalavano le finivo. Ora, che non me le regalano più, non ci sono in casa bimbi per accumularne grandi quantità. E comunque dubito che ne avanzerei. 
Leggo però che molti hanno questo problema, se così vogliamo chiamarlo. E con questa ricetta vi voglio venire in aiuto. Aggiungeteci pure che, allo stesso tempo, potrete anche smaltire gli albumi avanzati da qualche altra preparazione. Queste due motivazioni potrebbero già essere sufficienti per convincervi a provarla, vero? Ma non è finita. 
Le amarene affondate qua e là in una nuvola soffice di cioccolato, rendono questo dolce molto sfizioso e adatto ad ogni momento della giornata. 




Una fetta, spolverata di zucchero a velo, può essere una colazione o una merenda sostanziosa mentre accompagnata da una pallina di gelato alla vaniglia (qui trovate la ricetta facilissima, senza gelatiera) e magari un cucchiaio dello stesso sciroppo delle amarene, diventa un dessert unico e goloso. 

Sono partita da questa ricetta della brava Emanuela, modificandola e adattandola ai miei gusti. Anche il procedimento è leggermente diverso. Il risultato è stato sorprendente. Fatemi sapere cosa ne pensate!


INGREDIENTI
Per una teglia della capacità di 1 litro (tipo quelle da budino)

150 g di cioccolato fondente 
75 g di burro
40 g di olio di semi di girasole
75 g di farina 0 (o 00)
95 g di farina di mandorle
50 g di amido di mais
8 g di lievito per dolci
2 cucchiai di latte intero
100 g di amarene sciroppate (sgocciolate)
125 g di albumi a temperatura ambiente (circa 4)
150 g di zucchero semolato

Per finire: zucchero a velo e/o sciroppo delle amarene

PROCEDIMENTO 

- Far sciogliere, in un pentolino a bagnomaria, il burro con il cioccolato fondente a pezzetti. Far raffreddare quindi unirvi anche l'olio di semi, mescolando.
- In un'ampia ciotola setacciare le polveri (farine, amido e lievito). Versarvi quindi anche il composto di cioccolato e mescolare bene con un cucchiaio di legno. 
- L'impasto a questo punto sarà piuttosto compatto. Aggiungere i due cucchiai di latte per ammorbidirlo. 
- Unire anche le amarene e mescolare bene.
- A parte, montare a neve ferma gli albumi con una frusta elettrica. Quando sono ben gonfi e sodi unire anche lo zucchero, un po' per volta, continuando a montare fino a quando non si ottiene una sorta di meringa lucida e sostenuta (il composto una volta fermate le fruste vi rimane in parte attaccato formando il caratteristico "becco"). Posate le fruste.
- Non vi rimane che aggiungere gli albumi al preparato precedente. In questa fase non abbiate fretta. Uniteli in quattro, cinque volte ogni volta mescolando dal basso verso l'alto con una spatola e aspettando che il composto sia omogeneo prima di aggiungerne altro.
- Imburrate e infarinate lo stampo, avendo cura di eliminare la farina in eccesso, e versatevi l'impasto. Livellate la superficie con una spatola o il dorso di un cucchiaio.
- Infornate, in forno preriscaldato a 175º, per 45-50 minuti. Dopo i primi 20 minuti coprite con un foglio di alluminio e proseguite fino a quando uno spiedino infilato al centro della torta non ne esce pulito.
- Lasciate intiepidire nello stampo, dopodiché capovolgere e cospargere di zucchero a velo. Servire la fetta,se volete, accompagnata dallo stesso sciroppo delle amarene e magari da una pallina di gelato.


NOTA
- Lo stampo che utilizzo io è di quelli da budino (diametro min 12/max 20 cm, alto 9 cm) quindi stretto e alto. Se doveste utilizzare uno stampo più grande la torta ovviamente vi verrà più bassa e la cottura sarà più veloce. In questo caso dopo i primi 25-30 min fate la prova stecchino e regolatevi sul vostro forno.
- La torta, avvolta nella pellicola per alimenti e conservata fuori dal frigo, si conserva per due o tre giorni conservando la sua morbidezza.

Con questa ricetta cioccolatosa partecipo al contest Chocolat di Alchimia e Petitpatisserie in collaborazione con Babbi