ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

11 giugno 2016

Clafoutis di ciliegie (senza lattosio)

Un clafoutis già lo trovate su queste pagine, questo qui. Anzi due, c'è pure quello salato! Ma il nome Clafoutis, come allora già vi spiegai, in realtà è corretto solo se associato alle ciliegie. E di ciliegie finalmente ne abbiamo! Questo frutto incredibile che l'estate ci regala si presta ad un'infinità di ricette ma credo che raramente semplicità e velocità di esecuzione si riuniscano così splendidamente come nel clafoutis di ciliegie. 


L'idea di sostituire il latte con latte di mandorla è nata un po' per caso (avevo finito il latte!) ma alla fine si è rivelata una bella alternativa che in più può "venir bene" in caso di intolleranza al lattosio. Non ho usato infatti nemmeno il burro (tranne per ungere la teglia, ma si può fare anche con pochissimo olio!).
Beh allora avete tutto? Uova, farina, zucchero, latte* e naturalmente ciliegie... E in men che non si dica la delizia è servita!! 



INGREDIENTI 
(Per uno stampo grande da circa 28 cm di diametro)*

Ciliegie 400 g
Farina 00 100 g
Uova 3 medie
Zucchero* 80 g
Latte di mandorle* 200 ml
Brandy 2 cucchiai

PREPARAZIONE

- Accendete il forno, impostandolo a 220º.
- Lavate e tagliate a metà le ciliegie*, togliete il nocciolo senza rovinare il frutto.
- Imburrate e cospargete di zucchero lo stampo. Appoggiate le ciliegie con la parte tonda in alto, così:


- In una ciotola sbattete leggermente le uova, unite lo zucchero, la farina setacciata e amalgamate bene con una frusta a mano o elettrica. Aggiungete anche il latte di mandorla a filo, continuando a mescolare. Infine unite il liquore e date un'ultima bella mescolata per uniformare il composto. Sarà piuttosto liquido. Non temete, è giusto così!
- Versate il composto nella teglia, sopra le ciliegie.


- Cuocete per circa 15 minuti dopodiché abbassate la temperatura del forno a 180º e proseguite per altri 10-15 minuti circa (dipende dalla teglia utilizzata e, come sempre,  dal vostro forno). Il clafoutis sarà pronto quando la superficie sarà ben dorata e rappresa completamente.
- Appena tiepido cospargere di zucchero a velo e servire nella stessa teglia in cui lo avete cotto.


NOTE
* Io ho utilizzato uno stampo più grande (ovale, di 22x17 cm) e uno più piccolo (rotondo di 14 cm di diametro - quello delle foto) 
* Il latte di mandorla che ho utilizzato è già zuccherato, quindi ho ridotto lo zucchero. Se voi ne trovate uno senza zucchero aumentate lo zucchero a 100 g tranquillamente.
* Il latte di mandorla a mio parere regala al dolce un'aroma molto gradevole ma se non avete intolleranze con cui fare i conti e ve ne trovate sprovvisti potete sostituire con latte vaccino.
* Le ciliegie, nella versione più fedele all'originale, andrebbero inserite intere, col nocciolo. Io non ho provato per timore di non incontrare i gusti del mio compagno. Se provate, fatemi sapere però!