ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

20 novembre 2015

Piccole meringhe (o spumiglie)


Le meringhe mi hanno terrorizzato a lungo. Non mi decidevo a provarle. Che poi, alla fine, quando l'ho fatto, non ci ho trovato nulla di cosi difficile. 
Vabbè la sac a poche all'inizio non si e' rivelata proprio un'amica. E ancora spesso ci litigo. 
Ma quel che conta è il gusto no? E sapete che vi dico? Sanno proprio di meringa!
E poi così piccoline. Una tira l'altra.

È la ricetta più sfruttata per l'utilizzo di albumi avanzati e, con le dovute solite cautele nell'utilizzo di ciotole e attrezzi, anche una ricetta gluten-free.

Le dosi per le meringhe sono sempre:
x = peso albumi
2x= peso zucchero (semolato o a velo). 

Ai due ingredienti essenziali c'è chi aggiunge qualche goccia di limone (sembrerebbe rendere più lucida la meringa e attenuare il gusto di uovo - che assolutamente io non sento, per cui ometto). All'impasto inoltre viene aggiunta vaniglia (i semi della bacca) o altri aromi a piacere.
In questo caso per esempio io ho aromatizzato una parte con della cannella in polvere e l'altra con vaniglia cospargendo poi quest'ultima con poco cacao amaro prima di infornare.

INGREDIENTI 
( per circa 70 spumiglie)
100 g di albumi (a temperatura ambiente)
200 g di zucchero semolato (da dividere in due tempi 100g+100g)
vaniglia (semi di mezza bacca)
cannella in polvere (la punta di un cucchiaino)
cacao amaro in polvere (per spolverizzare - ne basta davvero pochissimo)


PREPARAZIONE
Innanzitutto,  visto che la preparazione è piuttosto veloce, scaldate il forno a 100 gradi. In questo modo il forno sarà pronto al momento opportuno. 

Nel frattempo iniziate a montare gli albumi con i primi 100 g di zucchero.
Montate fino ad avere una massa montata fermissima (quando vi fermate il composto dovrà rimanere attaccato alla frusta e non colare).
Io utilizzo delle comuni fruste elettriche. Se avete la planetaria meglio ancora.
Raggiunta la giusta consistenza aggiungete gli altri 100 g di zucchero un pò per volta e continuate a mescolare ancora qualche minuto.

Se volete variare l'aroma delle vostre meringhe, come ho fatto io, suddividete ora il composto in contenitori diversi.
Unite ad ogni porzione l'aroma scelto (io vaniglia da una parte e cannella dall'altra) e mescolate con una spatola delicatamente senza smontare tutto.

Inserite i composti ognuno in una sacca da pasticcere (sono molto pratiche quelle usa e getta che trovate nei supermercati) e componete direttamente su una teglia da forno, precedentemente coperta con carta forno, le vostre spumiglie. 
Con queste dosi, e facendole piuttosto piccole, a me ne sono venute due teglie.


Spolverizzate ora leggermente con il cacao le spumiglie alla vaniglia. 
Infornate per circa 3 ore inserendo il manico di un cucchiaio di legno tra lo sportello e il forno. In questo modo saranno al sicuro dal loro nemico numero uno: l'umidità. 


Se il vostro forno riscalda più del normale vi consiglio di porre un'altra teglia al livello superiore rispetto a quella con le meringhe.
La meringa sarà pronta quando si stacchera' agevolmente dalla carta forno e all'assaggio il suo interno sarà asciutto e croccante. Se risulta gommoso deve cuocere ancora. 



NOTE
- Gli albumi devono essere "puliti". Qualche traccia seppur minima di tuorlo potrebbe seriamente compromettere la buona riuscita delle meringhe.
- Potete ovviamente sostituire la cannella con il vostro aroma preferito o anche aggiungere all'impasto, insieme all'aroma, una manciata di gocce di cioccolato. 
- Se non volete usare la sac a poche potete aiutarvi con due cucchiaini (o cucchiai se le volete più grandi). Non saranno "modaiole" ma saranno ugualmente buone! ;)
- Potete mangiarle così, accompagnarle al caffè o ad una cioccolata calda,  utilizzare per le vostre ricette golose o regalare in un bel barattolo o in una scatola di latta. Si conservano così anche due settimane! Pensateci per i regalini di Natale!


Dolce fine settimana.
Elena.