ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

5 marzo 2016

Torta salata lievitata ai carciofi

Ho da poco pubblicato una ricetta proposta dal mitico gruppo Re-cake, i Bagels, ed ecco un'altra  volta la sfida è al contrario! Eh sì questa volta i ruoli sono rovesciati: la proposta è la nostra e a sfidarsi saranno loro, le 6 amministratrici di Re-cake, che per una volta saranno giudicate da noi! 
Un gioco nel gioco, per festeggiare il compleanno di Re-cake 2.0! 
Cose che capitano solo in un gruppo fantastico come questo! 
E quindi ecco a voi la prima (e, speriamo, non l'ultima!) contro re-cake!!!



E quanto di più vicino ad una bavarese lievitata è stato individuato in questa ricetta della famosa e seguitissima Sabrine d'Aubergine di Fragole a merenda. La sua brioche con le mele si è così vestita di salato (per rendere il tutto più stuzzicante) e ne è uscita questa proposta da appuntarsi e ripetere con tutti gli abbinamenti che vi possono venire in mente!
In breve: un impasto lievitato con tuorli e burro, morbidissimo; una base di farcitura al formaggio (ricotta, yogurt e parmigiano) e tante verdure, precotte nel modo preferito, a completare il tutto!
Ho utilizzato la macchina del pane ma le mie colleghe d'avventura hanno garantito che anche il procedimento a mano non richiede eccessiva fatica!
Questa la locandina della nostra contro re-cake:


La mia versione con i carciofi e la cipolla rossa, entrambi saltati in padella, mi è sembrata una buona idea da poter sfruttare per il pranzo pasquale o, perché no, da infilare nel cestino del pic nic del lunedì dell'Angelo! O comunque per qualunque pranzo o cena in cui volete concedere a voi e ai vostri ospiti qualcosa di sfizioso fatto con le vostre manine!
Cosa aspettate? Controllate la lista degli ingredienti e mettetevi all'opera! 














































INGREDIENTI
per la pasta brioche salata:
farina bianca 00: 150 gr
farina Manitoba: 100 gr
latte: 100 ml
miele: 1 cucchiaio
lievito di birra: mezzo cubetto (io 3 g di lievito di birra secco)
tuorli: 2
burro: 60 gr (40 da far fondere per l'impasto + 20 per il piano di lavoro) 
sale: un cucchiaino 
pepe un pizzico
per la farcia di formaggi:
parmigiano: 100 gr (volendo potete utilizzare pecorino, grana o il mix che preferite)
ricotta: 150 gr
yogurt intero: 100 gr (in alternativa stessa quantità di mascarpone o Philadelphia)
per il ripieno di verdure:
5 grossi carciofi (i miei, dopo essere stati mondati, pesavano circa 450 g)
succo di un limone
Olio evo
Uno spicchio d'aglio
Una cipolla rossa
Prezzemolo un ciuffetto tritato (o le erbe aromatiche e/o spezie che preferite)
Sale, pepe

PROCEDIMENTO


Pasta brioche a mano:
Mettete le farine in una grossa ciotola, mescolate bene con una frusta a mano e fate una fossetta al centro con i bordi belli alti.
Fate sciogliere il miele nel latte tiepido e rovesciatelo nella fossetta di cui sopra, senza farlo uscire dai bordi. Sbriciolatevi il lievito, mescolate appena con un cucchiaio (senza preoccuparvi dei grumi), sigillate la ciotola con la pellicola e lasciatela lì per una ventina di minuti. Intanto  fate fondere 40 grammi di burro (il resto vi servirà per lavorare la pasta brioche) e tirate fuori le uova dal frigo. Separate i tuorli dagli albumi.
Sbattete leggermente i tuorli con il burro fuso (freddo!) e poi rovesciateli nella ciotola delle farine. Aggiungete sale e pepe.
Lavorate con il cucchiaio finché l’impasto non sta insieme: sarà pesante, appiccicoso, e vi sembrerà impossibile da lavorare, ma dev’essere proprio così. Voi rovesciatelo sul piano di lavoro, e lasciatelo 10 minuti sotto la ciotola capovolta.
Adesso, affrontatelo, a mani nude, ma unte di burro: afferrate l’impasto con una mano, lo sbattete sul piano di lavoro e lo ripiegate per non più di dieci minuti. Se poi riuscite a cambiare la direzione della piega a ogni "sbatacchiata" (termine di Sabrine! :D) molto meglio. Sempre senza farina, ma imburrando mani e piano di lavoro appena l’impasto tende ad appiccicarsi.
Quando avrete terminato, rimettete la palla d’impasto nelle ciotola pulita unta di burro, sigillatela con la pellicola e fatela lievitare finché non raddoppia di volume (ci vorrà un po’ più di un’ora).

Pasta brioche nella macchina del pane:
Fate fondere il burro e lasciatelo raffreddare.
Fate intiepidire il latte e scioglietevi il miele.
Mescolate brevemente i tuorli con il burro fuso ormai freddo.
Versate nella vaschetta della macchina del pane il latte col miele, il composto di tuorli e burro, il sale, il pepe, aggiungete quindi le farine mescolate tra loro precedentemente ed infine, in una fossetta praticata nella farina, il lievito (sbriciolato se utilizzate quello fresco). Azionate il programma "impasto" e fate completare la lievitazione nella stessa macchina (io programma di lievitazione di un'ora e mezza).

Nel frattempo che l'impasto lievita preparate la farcia mescolando ricotta, parmigiano e  yogurt con l'erba cipollina, aggiustando di sale solo dopo aver unito tutti i formaggi (che potrebbero essere molto salati di loro). Tenete in fresco.
Preparate le verdure




Mondate e tagliate i carciofi, a mano a mano inserendoli in una ciotola con acqua e il succo di un

limone. Affettate la cipolla.
Fate scaldare in un ampio tegame uno spicchio d'aglio finemente tritato in due cucchiai di olio extra vergine d'oliva.
Unite i carciofi ben scolati e fate saltare per qualche minuto. A parte fate appassire la cipolla in poco olio senza farle prendere colore. Unitela ai carciofi e mescolate bene. Fate insaporire per qualche minuto dopodiché unite mezzo bicchiere di vino bianco e fate sfumare. A questo punto unite un bicchiere d'acqua calda e fate terminare la cottura con il coperchio. A cottura terminata unite il prezzemolo tritato, mescolate bene. Lasciate raffreddare.
Trasferite la sfoglia nello stampo (2), farcitela (3) e poi distribuite le verdure a vostro piacere. Ripiegate i lembi di pasta verso l’interno (4).

Lasciate lievitare per 10-15 minuti e poi infornate, per  30/40 minuti (dipende dal vostro forno). Se notate che la pasta prende troppo colore prima del tempo, coprite con un foglio di alluminio e proseguite la cottura. 

Fatela raffreddare un po’, per dare il tempo alla crema di rapprendersi. Quindi sformare. Servire ancora tiepida. 



NOTE
- Si conserva in frigo coperta con pellicola trasparente. 
- Il giorno dopo è ancora buonissima. Passatela qualche minuto in forno o pochi secondi nel microonde prima di servire.