ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

25 maggio 2016

Torta rovesciata di pesche (quasi) senza burro

Se amate le pesche e amate la frutta in un dolce, questa torta vi piacerà sicuramente. 
L'idea iniziale era quella di non utilizzare il burro, di sostituirlo con l'olio e di inserire un vasetto di yogurt magro nell'impasto. Ho trovato in rete questa ricetta perfetta al mio scopo e mi sono messa all'opera. 
Cammin facendo però ho fatto una piccola variazione: memore della buonissima torta rovesciata agli agrumi ho pensato di utilizzare lo stesso sciroppo di quella deliziosa preparazione. Così addio ai miei buoni propositi di evitare in toto il burro. Comunque la quantità è minima e questo sciroppo a mio parere ci sta proprio bene: con la sua dolcezza contrasta piacevolmente con la lieve asprezza delle pesche non troppo mature. E vi assicuro che alla fine la torta non è troppo dolce e si può (quasi) dire che sia (quasi) light! :D



INGREDIENTI
(Per una teglia da 24 cm di diametro*)

Per lo sciroppo:
100 g di zucchero di canna
45 g di burro
15 g di miele
10 g di succo di limone

Per la torta:
400 g circa di pesche noci (o quelle che preferite) non troppo mature
Poche gocce di succo di limone
3 uova medie
150 g di zucchero semolato
100 ml di olio di semi di girasole
125 g di yogurt bianco magro (un vasetto)
220 g di farina
1 bustina di lievito per dolci
I semi di una bacca di vaniglia 
zucchero a velo per cospargere (facoltativo)

PREPARAZIONE 

1. Rivestite la teglia con carta forno appena bagnata e ben strizzata (questo vi permetterà di modellarla meglio sulla forma della vostra teglia).
2. Lavate e tagliate a fettine le pesche (io ho utilizzato pesche noci e ho lasciato la pelle). Versarvi il succo di limone (che servirà a non farle annerire)  e se volete un cucchiaio di zucchero. Mescolate tenere da parte.


3. Preparate lo sciroppo: in un pentolino inserite tutti gli ingredienti necessari, portate sul fuoco e continuate a mescolare fino a quando lo zucchero non sarà sciolto. Versate nella teglia.


4. Disporre le fettine di pesca a raggiera fino a coprire l'intera superficie della teglia.


5. In una ciotola sbattere, con una frusta elettrica, le uova e lo zucchero per qualche minuto.
6. Unire quindi lo yogurt, l'olio, la farina setacciata con il lievito e i semi della bacca di vaniglia. Mescolare bene sempre con le fruste.
7. Versare l'impasto ottenuto sulla base di pesche, livellare col dorso di un cucchiaio.


8. Infornare in forno preriscaldato a 180º per circa 30/40 minuti. (Dopo la prima mezz'ora verificate con uno spiedino infilzato al centro della torta, se esce pulito la torta è pronta, diversamente coprite la superficie con un foglio di alluminio e proseguite fino a cottura).
9. Una volta sfornata attendete qualche minuto che la torta si intiepidisca, passate una lama lungo il bordo e rovesciate sul piatto da portata. 



NOTA
La parte difficile della preparazione di questa torta per me è stata sformarla senza combinare disastri quindi vi consiglio di non fare come me e non utilizzare una teglia a cerniera. Lo sciroppo potrebbe infilarsi nella fessura e perdersi ovunque tranne che nella vostra torta. Un peccato, oltre che un pericolo di inondazione del forno!
Sempre per il motivo suddetto fate attenzione in fase di rovesciamento. 

Basterà un minimo di attenzione e andrà tutto a meraviglia e vedrete che soddisfazione quando la vostra torta rivelerà tutta la sua bellezza e bontà!