ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

29 marzo 2016

Cestini di pasta phyllo con crema e amarene


La pasta phyllo (o fillo) è una pasta sottilissima che viene utilizzata molto nella cucina medio-orientale per piatti sia dolci che salati. Forse l'utilizzo salato più diffuso e conosciuto è l'involtino primavera cinese per quanto riguarda il salato e la baklava turca per il dolce.

Vista la gran quantità di dolci che avrete consumato in questi giorni di festa, forse non vi attirerà ora questa delizia di pasta phyllo ripiena di crema pasticcera e amarene. Ma è il mio primo, riuscito, esperimento con questa sfoglia così particolare e non potevo non farvene partecipi. 
Appuntatevi se non altro l'idea dei cestini monoporzione che trovo utilissima quando si ha poco tempo a disposizione e si vuole comunque stupire i propri ospiti. Potete infatti utilizzarli sia per un dolcino goloso come questo che per uno sfizioso aperitivo o antipasto farcendoli, ad esempio, con una mousse o un'insalatina.

Il concetto di questo dolce è davvero elementare: cestini di sfoglia+crema+amarene. Veloce e golosissimo, soprattutto se
vi piace il contrasto tra il crickcrock dell'involucro neutro, la morbidezza e scioglievolezza della crema pasticciera e il gusto dolce/amaro delle amarene sciroppate.

Vi consiglio di preparare prima di tutto la crema pasticcera. Potete seguire ovviamente la vostra ricetta preferita, se no potete trovare da me sia la versione tradizionale (con l'infallibile metodo Montersino) che la versione più speedy al microonde (sotto i link alle ricette). Questa volta per esempio io ho proprio utilizzato quest'ultimo metodo, perché andavo un po' di corsa. Il risultato è stato ottimo e in men che non si dica i miei sei cestini si sono volatilizzati! 

Ma veniamo a ingredienti e procedimento.

INGREDIENTI 
(Per 6 cestini, quindi 6 porzioni)
per l'involucro:
3 fogli di pasta phyllo 
40 g di burro fuso

per la crema:
400 g di latte intero fresco
100 g di panna fresca liquida
120 g di tuorli (circa 6 medi)
120 g di zucchero
18 g di amido di mais
18 g di amido di riso
Vaniglia
Scorza di mezzo limone grattugiata 

per guarnire:
18 amarene sciroppate
zucchero a velo a piacere

Per la crema tradizionale cliccate qui. Per il procedimento al microonde invece qui. Preparata la crema fatela raffreddare completamente.

Nel frattempo preparate i cestini di pasta phyllo.
- Innanzi tutto fate fondere il burro (a bagnomaria o con il microonde).
- Capovolgete 6 pirottini per muffin o crème caramel (io ho usato quelli di alluminio usa e getta) sulla teglia che andrà in forno e spennellate la superficie esterna con un po' di burro fuso.
- Spennelate bene anche il piano di lavoro (io ho utilizzato una vecchia teglia) con un pochino di burro fuso.
- Stendete quindi il primo foglio di pasta phyllo facendolo aderire bene al piano imburrato.
- Spennellate quindi subito con altro burro fuso e proseguite allo stesso modo con gli altri due fogli, sovrapponendoli.
- con una lama affilata o con la rotella incidete i fogli a ritagliare 6 rettangoli.


- Prelevate delicatamente un rettangolo per volta, un foglio per volta, e disponetelo sopra il pirottino, facendolo aderire bene. Proseguite con gli altri due fogli che costituiscono il primo rettangolo allo stesso modo, sfalsando i lati, in modo da formare delle specie di petali.
- Seguite la stessa procedura per tutti e sei i cestini.


- Infornate a 200º (forno statico) nel ripiano medio-basso per circa 10 minuti (a me ne sono bastati 7, controllate a vista e tirate fuori la teglia quando la pasta è bella colorita)


- lasciate raffreddare prima di staccare i cestini dai pirottini.
- A questo punto i vostri cestini sono pronti per essere riempiti.
- Utilizzando una sacca per pasticceria distribuite la crema pasticcera su ogni cestino. 
- Distribuite 3 amarene per ognuno e, se volete, spolverate con zucchero a velo.


NOTE
- La pasta phyllo secca molto velocemente. Per questo motivo è indispensabile ungere bene le sfoglie. Per lo stesso motivo prelevate velocemente i fogli che vi servono dalla confezione e conservate in frigo, avvolta nella carta stagnola o in un panno umido, la rimanente pasta per al massimo una settimana (o come da indicazioni sulla vostra confezione).
- Potete sostituire il burro con olio se preferite.

Ecco pronti i vostri cestini golosi.
Presto seguiranno altri esperimenti con questa affascinante sfoglia molto versatile. Intanto i cestini rimangono una base carina per i riempimenti più svariati, dolci e salati! 

Con questa ricetta-non-ricetta facile e veloce auguro a tutti un dolcissimo e piacevole lunedì dell'Angelo!! 
Elena