ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

8 gennaio 2016

Popovers, i "panini" magici (senza lievito)



Non conoscevo i Popovers, tipicamente americani, né tanto meno i cugini inglesi, gli Yorkshire pudding, ma appena li ho scovati in rete me ne sono innamorata.  
Si preparano velocemente,  con quattro ingredienti che tutti abbiamo in casa (farina, latte, uova e sale). Nessun agente lievitante. Basta avere uno stampo da muffins o cupcakes (se non siete bravissimi ed avete addirittura lo stampo apposito) ed il gioco è fatto.
Si infornano sotto forma di pastella liquida.


Per una sorta di magia, in forno "esplodono", gonfiano gonfiano gonfiano...


... e poi, usciti dal forno, sgonfiano un po'...


Ma dentro rimangono magicamente vuoti (la consistenza è una lontana parente di un bignè - come questi ultimi lievitano senza lievito col calore del forno) e possono essere farciti come si vuole. 
Nascendo infatti da un impasto neutro si possono declinare sia in versione dolce che salata. Inoltre è possibile aggiungere all'impasto aromi, spezie, formaggi o quanto la fantasia suggerisce.
Solitamente vengono serviti tiepidi a colazione o merenda riempiti di una noce di burro e marmellata. Oppure si accompagnano a piatti di carne succulenti, per "far su" il saporito sugo.
Nessuno però vieta di inventarsi altri abbinamenti. 
Io non ho resistito ed un paio li ho mangiati così come erano appena usciti dal forno. Qui vi lascio la versione base, senza aggiunte, che io ho gustato anche a merenda con il mio compagno in questi giorni di festa appena trascorsi.

POPOVERS (liberamente interpretata dal sito di Martha Stewart)

INGREDIENTI (per 6-7 popovers)
Farina 120 g (una cup)
Latte 250 ml (una cup)
Uova 2 medie
Sale 1 pizzico

PROCEDIMENTO
1. Tirare fuori dal frigo uova e latte in modo che siano a temperatura ambiente quando li utilizzerete per la ricetta.
Preriscaldare il forno alla temperatura di 240 gradi e posizionare all'interno lo stampo da popovers o, se non lo avete, usate uno stampo da muffin.
Io ho utilizzato uno stampo in silicone da muffin rotondo. Se lo avete rettangolare è meglio. Il calore si deve distribuire il più uniformemente possibile: il popover al centro, come vedete dalla foto, a me è cresciuto meno :(.
2. In una ciotola sbattere le uova fino a renderle spumose (potete utilizzare una frusta elettrica) ed unirvi a filo il latte continuando a mescolare.
3. In un'altra ciotola unire farina setacciata e sale. Versarvi quindi i liquidi mescolando preferibilmente con una frusta a mano fino ad ottenere un composto omogeneo della consistenza simile alla panna liquida.
4. Togliere lo stampo dal forno e spennellare con poco olio vegetale (o poco burro fuso) gli interni degli stampini.
5. Riempire gli stampini per 3/4 della loro capienza.
6. Infornare e cuocere per 15 minuti.
7. Abbassare la temperatura del forno senza aprire lo sportello a 180º e continuare la cottura per altri 15-20 minuti. Devono essere dorati e asciutti al tatto.
8. Una volta usciti dal forno i popovers si sgonfiano.
Per evitare almeno in parte questo sarebbe meglio estrarli subito dallo stampo, appoggiarli sulla griglia del forno dopo averli incisi un pochino con un coltello sul fianco, infornati nuovamente a forno spento ma ancora caldo per 5-10 minuti. In questo modo si fa uscire l'umidità che li appesantisce e asciugando al caldo mantengono la forma.
9. Togliere dal forno e servire caldi con ciò che preferite. Io qui ho inserito (nella fessura praticata per farli asciugare) un poco di burro e della marmellata di prugne. 


Gli esperimenti a suon di popovers possono a questo punto proseguire nella cucina di Nuccia e, spero, anche nelle vostre! ;)

Buon fine settimana! 
Elena.