ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

30 gennaio 2016

Danubio (salato) con farina integrale


                        
Un'altra prima volta. Il Danubio. 
Questa volta salato ma potete utilizzare lo stesso impasto anche per la versione dolce.
Ho scelto la ricetta che ho trovato on line sul sito di Cookaround, firmata da Luca. Ho modificato le farine inserendo una grossa percentuale di farina integrale di grano tenero. E ho finito il tutto con una spennellata di tuorlo, semi di sesamo e parmigiano grattugiato. E il risultato mi ha soddisfatta in pieno! L'impasto è molto morbido e il risultato soffice e leggero. 
Strappata la prima pallina di Danubio sarà difficile fermarvi! Abbondate più di me col ripieno perché le palline lievitate diventeranno belle cicciose e il ripieno ci sta eccome!!



INGREDIENTI 
(Per una teglia da 28 cm di diametro)

L'impasto
Farina integrale di grano tenero 300 g
Farina 00 250 g
Latte intero a temperatura ambiente 250 g
Tuorli 2
Uova intere 1
Burro 100 g
Sale 8 g
Lievito di birra ( un cubetto di lievito fresco da 25 g o 1 bustina di lievito disidratato)
Zucchero 8 g (ho un po' abbondato perché ho utilizzato un lievito disidratato che lo richiedeva ma se non avete il mio stesso lievito nella versione salata mettetene 1 cucchiaino solo)

Il riempimento
Formaggio a pasta filante tipo Fontina o Taleggio 150 g (io qui 100 g di Stracchino, ma essendo troppo liquido è fuoriuscito come si vede nelle foto)
Prosciutto cotto 120 g
Alcune palline con: Paté d'oliva e prosciutto cotto.
(O il riempimento che vi ispira di più, anche dolce!)

La finitura 
Tuorlo 1
Semi di sesamo 
Parmigiano grattugiato
(Nella versione dolce sostituite semi di sesamo e parmigiano con granella di zucchero, una spolverata di cannella o quello che preferite, anche nulla!)

PROCEDIMENTO
Ho seguito il solito procedimento con la macchina del pane. Ho quindi inserito prima gli ingredienti liquidi (il latte, l'uovo e i tuorli), poi il burro ammorbidito per qualche secondo al microonde, il sale, lo zucchero, quindi le due farine mescolate precedentemente ed infine il lievito. Azionato quindi il programma "impasto" che comprende anche un'ora di lievitazione nella macchina stessa.

Se seguite il procedimento con l'impastatrice vi riporto la spiegazione che ho trovato sul sito cookaround da cui ho attinto la ricetta originale.

Mettete in una piccola ciotola il lievito di birra sbriciolato e aggiungete un cucchiaino di zucchero.

Nel frattempo, intiepidite appena il latte e versatelo nell'impastatrice. Aggiungete la farina, le uova e il burro ammorbidito. Fate impastare per un paio di minuti.

Prendete la ciotolina del lievito e giratelo finché non diventa liquido (basteranno pochi secondi e lo zucchero renderà liquido il lievito). Aggiungete il lievito all'impasto e fate lavorare l'impastatrice per 10 minuti. Poi aggiungete il sale e fate lavorare altri 10 minuti l'impasto. Il risultato deve essere una pasta molto liscia.
Mettete l'impasto in una ciotola, coperto con un panno bagnato, e lasciate lievitare finché non triplica di volume. 

Terminata la prima lievitazione si prosegue sgonfiando l'impasto e lavorandolo appena. 
A questo punto si preleva un pezzetto di impasto per volta (circa 70-75 g l'uno) e si stende (a mano o anche aiutandosi col mattarello) a formare un cerchio.
Si inserisce il ripieno scelto.
Si richiude la pallina cercando di sigillare bene (vedi foto) e si posiziona su una teglia precedentemente ricoperta di carta forno con la chiusura appoggiata alla teglia. 
Si prosegue così fino ad esaurire la pasta, lasciando un po' di spazio tra una pallina e l'altra. 



Riempita la teglia si fa lievitare ancora per circa un'ora. Le palline a questo punto avranno riempito gli spazi liberi.
Spennelliamo con il tuorlo d'uovo leggermente sbattuto e cospargiamo di semi di sesamo e parmigiano a piacere.


Inforniamo quindi in forno già caldo a 180 gradi per 25 minuti.


Serviamo tiepido.
Buon week end! Elena.