ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

30 settembre 2017

Ciambella alle patate dolci con nocciole, uvetta e cioccolato


Questa ciambella nasce dalla necessità di utilizzare delle patate dolci che la mia mamma voleva riassaggiare dopo molto tempo. Le ha volute bollite. Le ha volute nature. Le ha assaggiate e le ha ritenute troppopocodolci per i suoi gusti. Un classico per un diabetico. Non per accontentare lei (che appunto i dolci non dovrebbe vederli nemmeno col binocolo) ma per utilizzare al meglio il ben di Dio che mi ritrovavo, bollito, lì a guardarmi, mi son messa a cercare una ricetta che mi venisse in aiuto.

Cercando tra i dolci (è più forte di me!) sono capitata ne... lapanciadellupo, un blog carinissimo che non conoscevo ancora ma che mi è subito piaciuto molto! 
Ingredienti e procedimento della "Torta con patate dolci" di Chiara mi hanno convinto e, mentre schiacciavo le patate per ricavarne la purea, pensavo a qualche piccola modifica e aggiunta in linea con la mia dispensa e la stagione. È nata così la ciambella alle patate dolci con uvetta, nocciole e cioccolato. 

Una bella scoperta, che racchiude i colori, i profumi e i sapori dell'autunno. La patata dolce non si avverte se non per la morbidezza e umidità che regala all'impasto. Ottima per colazione e merenda ma adatta ad ogni momento di dolcezza vogliate concedere a voi stessi o ai vostri cari. 

INGREDIENTI 
Per una teglia per ciambelle di 24/26 cm di diametro)

250 g di polpa di patate dolci lessate (circa due medie)
4 uova (tuorli e albumi separati) a temperatura ambiente
150 g di zucchero di canna integrale Mascobado*
50 g di zucchero di canna grezzo
120 g di burro a temperatura ambiente
250 g di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
la punta di un cucchiaino di cannella**
50 g di uvetta
50 g di gocce di cioccolato
60 g di nocciole intere tostate
1/2 bicchiere di Marsala***
zucchero a velo per spolverare (facoltativo, io ho preferito lasciarla senza)


PROCEDIMENTO
1) Lessate le patate dolci, pelatele e passatele allo schiaccia-patate per ottenerne una purea.
2) Immergete l'uvetta nel mezzo bicchiere di liquore. 
3) Montate i tuorli con lo zucchero Mascobado e lo zucchero di canna grezzo per tre minuti di orologio. Unite il burro morbido a pezzetti continuando a montare con le fruste elettriche. 
4) Setacciate la farina con il lievito e la cannella e aggiungetela al composto amalgamando bene con una spatola.
5) Unite la purea di patate dolci, incorporandola sempre con la spatola.
6) Aggiungete ora anche l'uvetta scolata e strizzata, le gocce di cioccolato e circa metà nocciole. Mescolate delicatamente.
7) Montate gli albumi a neve ben ferma ed uniteli al composto in più volte, con movimenti lenti dal basso verso l'alto.
8) Versate l'impasto ottenuto nella teglia a ciambella precedentemente imburrata, cospargete con le nocciole rimaste e infornate in forno preriscaldato a 180º per circa 35-45 minuti. A me ci sono voluti esattamente 44 minuti ma i forni sono tutti diversi. Dopo mezz'ora consiglio la prova stecchino. Quando ne esce asciutto e pulito la torta è pronta. Se non lo fosse coprire con carta argentata e proseguire la cottura.

NOTE
* Potete utilizzare anche tutto zucchero di canna grezzo o anche zucchero semolato. Il colore sarà più chiaro della mia ma ugualmente buona.
** La cannella è opzionale. Con la quantità indicata la percepirete appena. Potete comunque aromatizzare in alternativa con vaniglia, scorza d'arancia o con la vostra spezia preferita.
*** Si può sostituire il Marsala con un altro liquore, rum o brandy per esempio, o anche ammollare semplicemente l'uvetta nell'acqua tiepida.