ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

4 settembre 2015

Cheesecake


Eccomi di nuovo su questi schermi.
Confesso un pò di fatica a scrivere quindi perdonatemi perché sono sicura si "sentirà".
Ma voglio riprendere questo diario troppo trascurato perché è un bel rifugio e voi che mi seguite nonostante la mia lunga assenza meritate qualcosa di più di una foto ogni tanto pubblicata su Facebook.

L'avete vista proprio lì.  L'ho preparata prima per un compleanno di una cara amica e poi, visto il successo, per gli ottant'anni della mia mamma. Ed è diventata una delle mie preferite!
Inutile dire che è buonissima... ovviamente deve piacere il genere: l'accostamento formaggio cremoso/dolce/ frutta amarognola... per me da svenire!!

Facile da realizzare. Anche per i meno avvezzi.
Richiede solo del tempo di attesa. Ma basta organizzarsi (tipo preparando la torta e la salsa il giorno prima di servirla e la decorazione anche all'ultimo minuto) e di sicuro non ne risentirete.

La ricetta come la stragrande maggioranza delle ricette "furbe" che utilizzo nella mia cucina viene dall'Araba felice e dal suo blog. Ecco la sua versione.
Le uniche varianti rispetto alla New York cheesecake di Stefania riguardano:
- la teglia: la mia a cerniera del diametro di 20 cm anziché 22 e questo mi ha portato a prolungare di conseguenza il tempo di cottura di qualche minuto.
- la quantità per la base di biscotto. Volevo uno strato spesso per la base croccante.
- il formaggio cremoso. Solo 2/3 di Philadelphia e 1/3 di ricotta. Mi sembra che il gusto alla fine ci guadagni in delicatezza.
- l'aggiunta di una gelatina* fatta da me con acqua, zucchero e maizena e succo di limone, per lucidare la frutta.
- La salsina di accompagnamento: ho infatti utilizzato frutti di bosco surgelati e non frutta fresca e ho quindi seguito il procedimento indicato sotto.

*La ricetta di questa gelatina, utilissima, l'ho trovata qui e mi è stata di grande aiuto in quanto avevo bisogno di trasportare il dolce e di confezionarlo a casa. Il pericolo era che la frutta nel frattempo si annerisse. Con questo trucchetto, e senza l'utilizzo di prodotti confezionati, ho risolto benissimo.


CHEESECAKE
(Teglia a cerniera di 20/22 cm)

Per la base:
160 g di biscotti tipo Digestive
75 g di burro
Imburrare i bordi della tortiera a cerniera e incastrare della carta forno tra la base e i bordi.
Fondere il burro a bagno maria o nel microonde.
Sbriciolare i biscotti in un mixer fino ad ottenere una polvere e mescolarli al burro fuso.
Versare il composto nello stampo e livellarlo con il dorso di un cucchiaio.
Riporre in frigo per mezz'ora.


Per il ripieno:
500 g di formaggio tipo Philadelphia
250 g di ricotta
4 uova intere 
succo di un limone
buccia grattugiata di mezzo limone
180 g di zucchero
poco estratto di vaniglia
Frullare insieme in un contenitore o in un mixer i formaggi a temperatura ambiente, le uova intere, lo zucchero, il succo e la buccia di limone e l'estratto di vaniglia.
Quando il composto sarà liscio e omogeneo versare sulla base di biscotto. Battere leggermente la teglia sul tavolo per eliminare eventuali bolle d'aria.


Mettere il tutto su una teglia (quella del forno andrà benissimo) e cuocere in forno preriscaldato a 160 gradi per circa 40/50 minuti a seconda del forno e della teglia utilizzata (a me son serviti 55 minuti!)
Come regolarsi? Controllate a vista la torta. Quando vedrete che la crema è rappresa ma il centro è ancora morbido (ma non liquido!) potete toglierla dal forno senza spegnerlo.

Per la copertura:
200 g di panna acida (oppure yogurt bianco naturale)
2 cucchiai di zucchero
poco estratto di vaniglia
Versare la panna acida (o lo yogurt) in una ciotolina e unirvi lo zucchero e la vaniglia mescolando bene.
Versare quindi subito sulla torta appena sfornata e rimettere in forno per un altro quarto d'ora circa fino a quando non noterete che anche questo strato è rappreso (io circa 20 minuti).
Togliere definitivamente la torta dal forno e lasciare raffreddare nello stampo.
Conservare almeno una notte in frigo prima di decorare.

Ingredienti per la decorazione
frutta (io qui fragole, more e una pesca - e nella versione sotto, più recente, frutti di bosco)
Decorare a piacere




A questo punto la vostra Cheesecake, se volete, è completa. Servita così sarà buonissima. Quel che segue è opzionale ed è il mio modo di preparare questa Cheesecake solitamente.

Ingredienti per la gelatina naturale (facoltativa)
200 ml di acqua
80 gr di zucchero
1 cucchiaino di succo di limone
1 cucchiaio di amido di mais
1 tazzina di acqua
Mettere 200 ml di acqua in un pentolino, aggiungere poi il succo di limone, lo zucchero. Accendere il fuoco a fiamma bassa. Mescolare fino a far sciogliere lo zucchero.
Mescolare in una tazzina d'acqua il cucchiaio di amido e unitelo a filo allo sciroppo sul fuoco non appena inizia a bollire, continuando a mescolare con una frusta per circa un minuto o fino a quando il composto si sarà addensato.
Una volta intiepidita la gelatina può essere versata sulla frutta con un cucchiaio.

Ingredienti per la salsa (facoltativa ma vivamente consigliata)
fragole, lamponi (io frutti di bosco surgelati)
poco zucchero a velo
succo di limone


Potete utilizzare della frutta fresca semplicemente frullandola insieme allo zucchero a velo e al limone nella quantità che vi aggrada maggiormente o, come me, potete utilizzare della frutta surgelata.
In quest'ultimo caso è sempre consigliabile far cuocere la frutta una manciata di minuti sul fuoco basso e aggiungere quindi lo zucchero e poco succo di limone (a seconda della quantità di frutta regolarsi sia con lo zucchero che con il limone a proprio gusto). Far cuocere ancora qualche minuto dopodiché togliere dal fuoco e far intiepidire. Frullare (io utilizzo il minipimer).
Passare quindi al setaccio (se utilizzate come me frutta con semini) e invasare.
Cospargere sulle fette di torta prima di servire.
La salsa si conserva in un contenitore a chiusura ermetica 2-3 giorni in frigo.

La torta è buonissima anche dopo due giorni di frigo.