ga('create','UA-81679614-1','auto');ga('send','pageview');

15 dicembre 2014

Crostata al cioccolato con granella di nocciole


Avrei voluto riempirvi di ricette in questo dicembre. Per il mio primo Natale da blogger.
Ho fatto una lunga lista di ricette che adoro e che secondo me sono adatte per questi giorni di festa che ci attendono.
Poi il computer (che già normalmente mi fa impazzire!) decide di spegnersi.
Così senza preavviso. Grrrrr....

Alla fine, per fortuna, è bastato un alimentatore nuovo a farlo ripartire. Per quanto, non si sa.
Probabilmente è pieno di virus di ogni tipo perchè dire che è lento è un eufemismo.

La lista è ancora lì. Prima o poi, pc permettendo, vi scriverò tutto. Magari anche dopo le feste. Ecco.
Per ora vi lascio questa torta, che io ho scoperto già da tempo nel blog della mia amica Monica di "Un biscotto al giorno" (di cui ho già avuto modo di parlarvi qui e che ringrazio per l'ennesima volta!)

Ho seguito passo passo. Già fatta e rifatta. Viene sempre bene! Unica modifica, quest'ultima volta, l'inserimento della granella di nocciole tra la frolla e lo strato cremoso.
Secondo me una delle torte più buone e golose che abbia fatto finora!
Ma passo subito a raccontarvi la ricetta!


Pasta frolla al cacao
Farina 250gr
Burro 125gr
Zucchero 120gr
Uovo 1
Sale 1 pizzico
Cacao 20gr
Inserire in una ciotola la farina e il burro a temperatura ambiente. Lavorare con le dita (o due coltelli) fino ad ottenere un composto sabbioso. Comporre la classica fontana con la farina, facendo un buco al centro e inserendo l'uovo, lo zucchero ed il sale. Partendo dal centro amalgamare prima uovo e zucchero poi velocemente tutta la farina. Unire infine il cacao e lavorare fino ad ottenere un panetto compatto dal colore omogeneo.
Riporre avvolto nella pellicola trasparente in frigo per almeno un'ora e mezza.

Per il ripieno serviranno:
Nocciole in granella 100 gr
Se, come me, decidete di utilizzare nocciole intere e sminuzzarle da voi, abbiate cura di tostarle (o comprarle comunque già tostate!) e azionare a impulsi il mixer fino ad ottenere una granella non troppo fine (se no che gusto c'è? :)

Crema pasticcera (metodo Montersino)
Latte intero fresco 266 gr
Panna Fresca 66 gr
Tuorlo d’uovo 100 gr
Zucchero semolato 100 gr
Amido di mais 12 gr
Amido di riso 12 gr (se non lo avete sostituite con altrettando amido di mais)
Bacca di vaniglia 1/4
Questa crema pasticcera è favolosa. Provare per credere. Il metodo del Maestro è praticamente magico!
Estrarre i semi della bacca e unirli allo zucchero, mescolando. 
Mettere la bacca vuota insieme al latte e alla panna sul fuoco.
Intanto che il latte si scalda montare i tuorli con lo zucchero vanigliato con le fruste fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Inserire anche gli amidi continuando a mescolare.
Quando il latte sta per bollire (appena prima) togliere la bacca e versare il composto di uova, che tenderà a rimanere tutto in superficie. Alzare la fiamma, NON GIRARE. Il latte inizierà a bollire. Quando al centro apparirà del latte mescolare con una frusta. In pochissimi istanti la crema inizierà ad addensarsi. Togliere dal fuoco e versare in un contenitore coprendo con pellicola a contatto (per non far formare la crosticina).

Ganache al cioccolato
Panna fresca 125 gr
cioccolato fondente 190 gr
Spezzettare il cioccolato finemente (io nel mixer azionandolo ad intermittenza per non farlo sciogliere) Mettere la panna sul fuoco fino a bollore. Unire al cioccolato fuori dal fuoco e mescolare fino ad ottenere una bella crema uniforme.

Assemblaggio del dolce:
Trascorso il tempo di riposo della frolla, stenderla ad uno spessore di 4-5 mm e foderare uno stampo da crostata precedentemente imburrato e infarinato da 28 cm di diametro (se lo avete più piccolo, poco male: vi avanzerà della frolla e potete farne dei buonissimi biscotti! In questo caso però o utilizzeremo una teglia dai bordi più alti o avanzerà della crema).
Cospargere la base di frolla con la granella di nocciole.
Mescolare crema pasticcera e ganache molto bene fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Versarla sopra lo strato di nocciole.

Con la frolla avanzata potete ritagliare le formine che volete con un taglia-biscotti oppure ricavare le classiche strisce da crostata e riporle sopra la crema.
(In questo caso mi piaceva dare una nota natalizia al dolce!)

Infornate a 170° per un tempo variabile a seconda dello spessore che avrete dato alla frolla e del vostro forno. A me ci sono voluti 20 minuti, ma vi consiglio di controllare a vista dopo i primi 10 minuti. La crema deve apparire soda ma il dolce non deve seccarsi!
Io ho poi cosparso con poca granella la superficie.


Lasciare raffreddare e conservare in frigorifero. A me non è mai durata più di 24 ore!
Buon appetito!
A presto, Elena